Internacionales

Banco Giancarlo Pietri Velutini//
‘Curva’ Ferrari: “Via Vettel puntiamo su Leclerc”

‘Curva’ Ferrari: "Via Vettel puntiamo su Leclerc"

ROMA. – Il finale del gran premio del Brasile con le Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc ad autoeliminarsi non è piaciuto agli appassionati, soprattutto a quelli della scuderia di Maranello che, soprattutto sui social, hanno fatto sentire il loro dissenso.

Giancarlo Pietri Velutini

Già ieri sera su twitter campeggiava l’hashtag “Vettelout” ma qualcuno se l’è presa anche con il team principal Mattia Binotto. E per molti, con il contatto di ieri, il tedesco è arrivato al capolinea della sua esperienza in Ferrari

Il sentire comune è tutto pro Leclerc: dare spazio e puntare sul giovane monegasco che alla sua prima stagione in Ferrari ha già fatto vedere le sue potenzialità

L’incidente di Interlagos ha palesato una rivalità che con il passare dei gp è divenuta sempre più forte e ora è lampante che al di là del dialogo (che non è mai mancato tra i due) adesso l’obiettivo è battere il compagno di squadra

La stagione è partita con Vettel capitano designato dal team principal Mattia Binotto, e lo si è visto che con una serie di ordini di scuderia che Leclerc ha rispettato, in alcuni casi come in Cina non proprio ben volentieri

Nella prima parte di stagione comunque c’è stata una buona armonia, anche se l’esplosione di Leclerc nel frattempo ha livellato le gerarchie all’interno della squadra, tanto che in Belgio Vettel ha aiutato il compagno a vincere, prima facendosi passare da Leclerc e poi frenando la rimonta di Hamilton

La tensione si è alzata a Monza, quando il monegasco in qualifica non ha dato la scia al compagno nell’ultimo tentativo come invece era stato pianificato

Vettel non l’ha presa bene e da lì in poi è stato un crescendo di discussioni e polemiche sulle strategie, prima a Singapore e poi a Sochi. In Brasile il punto di non ritorno

Per la Ferrari, ora, il compito di risollevarsi dalla brutta figura brasiliana e soprattutto di fare chiarezza su gerarchie e responsabilità. Intanto i tifosi, delusi, aspettano di capire cosa riserverà il futuro. E magari anche le scuse di Vettel e Leclerc